Informazioni Tecniche

.: Qualche controllo in più

Per impaginare correttamente un impianto stampa, fai attenzione ad alcuni particolari. Per aiutarti, ti elenchiamo di seguito gli errori più comuni. Prima di inviarci l’impianto, controlla passo per passo ogni elemento.

 

Controllo e abbondanza

Tutti gli impianti stampa necessitano del margine di abbondanza, un
margine di sicurezza che eccede dal formato stampa e che verrà
eliminato nel refilo. Prima di consegnare l’impianto per la stampa,
controlla di aver inserito le abbondanze corrette.

 

 

Attento alle risoluzioni

Per alleggerire i file durante la lavorazione, capita di lavorare a
basse risoluzioni. Però prima di mandare il lavoro in stampa, verifica
di aver inserito le immagini in alta risoluzione.

 

 

 

Colore CMYK

Monitor e fotocamere usano lo spazio colore in RGB (Red, Green, Blue –
Rosso, Verde, Blu). Questi colori non possono essere riprodotti in
stampa, pertanto prima di chiudere un impianto pronto per la stampa,
verifica di aver lavorato nello spazio colore CMYK (Cyan, Magenta,
Yellow, Black).

 

 

Attento al refilo

La linea di taglio, è quella linea che si trova in corrispondenza dei
crocini di stampa e che verrà eliminata nel refilo. Per evitare che
vengano tagliati testo e immagini importanti, controlla che il tuo
impaginato stia all’interno dei crocini quanto basta.

 

 

.: La risoluzione

La dimensione dei pixel di un’immagine ne determina la risoluzione, misurata in pixel per pollice o punti per pollice. Maggiore è la risoluzione, maggiore è il numero dei pixel. Ad un’alta risoluzione, si avranno maggiori informazioni contenute nell’immagine e un dettaglio più definito. Poiché il numero dei pixel in un’immagine è fisso, ingrandire un’immagine comporta una riduzione della definizione e un peggioramento della qualità di stampa. Per questo motivo la bassa risoluzione non è adatta per la stampa.

 

Pixel

Un’immagine composta da pixel verrà riprodotta correttamente solo a determinate dimensioni. Ogni ingrandimento ne comporterà la perdita di qualità. L’immagine a sinistra è a 300 dpi al 100%; l’immagine a destra invece a 72 dpi è stata ingrandita mostrando il calo di resa qualitativa.

 

 

Vettore

I vettori sono elementi matematici che possono essere ingranditi all’infinito, senza perdita di qualità o risoluzione. L’immagine a sinistra mostra l’ingrandimento di una parte del poster, composto da un’immagine vettoriale. Nessun dettaglio è andato perso rispetto all’originale.

 

 

.: Il retino

La separazione in CMYK è necessaria per produrre un’immagine a colori. Ogni canale di colore è compost da un retino puntinato di diversa inclinazione e grandezza, il quale sovrapposto accuratamente e combinato a quello degli altri tre colori (messi a registro) produrrà l’immagine. In stampa, la sovrapposizione dei 4 colori, viene a costruire la cosiddetta “rosetta”. Più piccola sarà la rosetta, più definita sarà l’immagine.

Nella stampa vengono impiegati diversi tipi di retino, a seconda della tipologia di lavoro da eseguire.

 

I più diffusi sono:

Il retino FM stocastico

Nel retino stocastico i punti sono disposti in maniera pseudocasuale, con un raggio di pochi micron. I vantaggi rispetto al retino tradizionale AM sono l’aumento della gamma tonale (colori più vividi a parità di supporto e inchiostri), l’eliminazione della rosetta e dell’effetto moiré dal soggetto. I dettagli dell’immagine risultano aumentati, come la fedeltà rispetto alle riproduzioni fotografiche; sono inoltre ridotti rischi di retino poco preciso. Usando il retino stocastico è maggiore anche il controllo in fase di prestampa e minore la possibilità di intervenire anche in fase di stampa sulle variazioni cromatiche, tramite il carico di inchiostri dei calamai.

Il retino AM

Compresa tra 85 e 175 lpi, la retinatura AM è nota alla maggior parte degli stampatori.

 

 

 

CLICCA E SCARICA